Fotoepilazione

Cambio abilitato

La fotodepilazione è da ritenersi un atto medico in base alle seguenti considerazioni: Un aumento della peluria, specialmente nell'irsutismo, può nascondere una patologia di fondo, a volte subdola, che può essere valutata solo dal medico.
Fotoepilazione
Fotoepilazione
Prezzo
0,00

PERCHE RIVOLGERSI A UN CENTRO MEDICO E AGLI SPECIALISTI PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEI PELI SUPERFLUI

L’eccessiva presenza di peli su determinate zone del corpo rappresenta spesso un problema estetico che coinvolge entrambi i sessi. Tali zone sono spesso trattate con interventi che danno risultati temporanei quali rasature , cerette , decolorazione ecc..

L’EPILAZIONE COL LASER rappresenta ad oggi il sistema più efficace e sicuro per ridurre progressivamente e spesso in maniera definitiva i peli sia nell’uomo che nella donna. Un altro problema che può risolvere il laser  è la presenza di peli incarniti o follicoliti, dovute a rasature o cerette  ricorrenti ; in questi casi con poche sedute si ha spesso la risoluzione del problema col risultato di una pelle liscia e luminosa.

IL CICLO DEL PELO RICONOSCE TRE FASI:

-          FASE ANAGEN O DI CRESCITA(IN CUI IL PELO E’ RICCO DI MELANINA)

-          FASE CATAGEN O STAZIONARIA

-          FASE TELOGEN, ALLA FINE DELLA QUALE IL PELO CADE ED UNO NUOVO INIZIA A FORMARSI NEL FOLLICOLO

 Il principio su cui sin basa l’epilazione laser è quello della foto termolisi selettiva:

foto termolisi : l’energia luminosa del laser si trasforma in energia termica la quale provoca un danno alle cellule del bulbo pilifero;

selettiva : il target ossia il bersaglio è la melanina del pelo.

Questo fa si che peli bianchi o comunque molto  chiari non vengano distrutti, mentre risulti  molto efficace sui peli in fase anagen ricchi di melanina .L’energia del laser veicolata dal fusto del pelo al follicolo pilifero ,lo distrugge e ne determina la caduta in pochi giorni ;solo i peli in fase anagen sono eliminati definitivamente , mentre quelli in fase stazionaria o di caduta ricresceranno più sottili.

 Ogni area del corpo contiene una determinata percentuale di peli in fase anagen , ciò determina la necessità di più sedute di trattamenti laser per poter eliminare definitivamente più peli in fase anagen.

Il numero di sedute non è mai quantificabile con sicurezza essendo dipendente sia dalla soggettività del paziente(situazione ormonale, tipo di pelle, eventuali terapie…)  sia dal pelo(fase di crescita, colore , profondità). In generale varia dalle 5 alle 10 sedute ,con un intervallo fra una e l’altra di circa 4-6 settimane.

Nella maggioranza dei casi si può avere  una riduzione fino all’80% dei peli, in altri la risoluzione del problema. Nel corso degli anni una piccola percentuale di peli potrebbe ricrescere , anche se molto sottili richiedendo qualche seduta di mantenimento.

Prima del trattamento è d’obbligo una chiara ,corretta ,e completa informazione ed un consenso informato che tuteli sia il paziente che l’ operatore. L’incontro, peraltro gratuito, risponderà anche alla richiesta di preventivo di spesa. (Durante il trattamento è obbligo indossare specifici occhiali di protezione sia per il paziente che per l’operatore.)

Il laser  non può essere utilizzato in presenza di processi infiammatori  o malattie sistemiche che provochino manifestazioni cutanee o in  presenza di certe malattie che saranno discusse col medico,in corso di trattamenti con farmaci o prodotti foto sensibilizzanti ,in gravidanza , dopo esposizioni al sole o lampade abbronzanti.

In condizioni normali il trattamento è ben tollerato ,ma possono essere d’aiuto il raffreddamento della pelle o l’ uso di creme anestetiche.

Dopo la seduta potrebbe rimanere un fugace eritema sull ‘ area trattata che scompare in breve tempo per cui sono consigliate creme lenitive . raramente si possono manifestare erosioni, vescicole e/o crosticine guaribili in 4/8 giorni con creme cicatrizzanti e disinfettanti. in alcuni casi potrebbero residuare aree di ipo o iperpigmentazione guaribili nel tempo.

Il trattamento verrà proposto e condotto da personale qualificato, laureato in Medicina e Chirurgia e con strumentazione ad esclusivo uso medico