Domande frequenti

L´intervento di mastoplastica additiva puo´essere praticato sulle minorenni?
Le ragazze con meno di 18 anni non possono sottoporsi a mastoplastica additiva, salvo in caso di malformazioni o asimmetrie gravi. Lo ha stabilito una legge del 2011, per contrastare l’abuso del ricorso alla chirurgia estetica da parte dei minori.
E´possibile viaggiare in aereo se si ha delle protesi o fare attivita´subacquea?
Sì. Le protesi non subiscono variazioni né a bordo degli aerei, né nelle profondità marine.
Quanto tempo dopo l´intervento e´possibile riprendere l´attivita´sportiva?
Dopo la mastoplastica additiva è opportuno per un breve periodo limitare i movimenti, soprattutto quelli delle braccia.
E´possibile l´allattamento dopo aver subito una mastoplastica additiva?
Sì, l’inserimento delle protesi non influisce con l’allattamento. Molte donne che si sono sottoposte a mastoplastica additiva hanno allattato i loro bambini senza alcun problema.
Quanto pesano le protesi?
Dipende dal tipo di protesi utilizzata, dalla sua grandezza e dal volume di riempimento.
Le protesi hanno una durata?
A questa domanda non è possibile rispondere con certezza. L’impiego di materiali sempre più innovativi sicuramente influisce sulla durata delle protesi.
Quali sono le raccomandazioni per le pazienti nel post operatorio?
A differenza di un tempo il periodo post operatorio richiede alcune attenzioni che vanno seguite precocemente.
E´necessario il ricovero in clinica dopo l´operazione?
L’intervento non richiede un ricovero nel periodo post operatorio, la mastoplastica additiva può, se richiesta, essere praticata in regime “outpatient”, per cui si può andare a casa
Quanto dura l´intervento di mastoplastica additiva e quale anestesia si utilizza
Questo tipo d’intervento richiede un tempo limitato che non supera quasi mai l’ora. Grazie alle moderne tecniche anestesiologiche è possibile evitare il ricorso alla anestesia generale, il che rende più sicuro l’intervento.
Quanto dura l´intervento di mastoplastica additiva e quale anestesia si utilizza
Questo tipo d’intervento richiede un tempo limitato che non supera quasi mai l’ora. Grazie alle moderne tecniche anestesiologiche è possibile evitare il ricorso alla anestesia generale, il che rende più sicuro l’intervento.
Da dove sono inserite le protesi e attraverso quali incisioni?
Dopo aver considerato la soluzione migliore per la paziente, il chirurgo potrà decidere di eseguire un’incisione ascellare, sotto mammaria, trans areolare o peri-areolare.
Nell´intervento di mastoplastica additiva dove sono collocate le protesi?
La prima attenzione nel collocare le protesi è rivolta a non interferire con la funzione della ghiandola mammaria.
Quali sono le indicazioni dell´intervento di mastoplastica additiva?
Questo intervento è utile per l’aumento di volume delle mammelle ma anche per risolvere altri tipi d’inestetismi.
Dopo quanto tempo si vedono i risultati della liposuzione?
Nei giorni successivi all’intervento di liposuzione, è normale che si verifichi un accumulo di liquidi nella zona operata.
Qual e´ la tecnica di liposuzione migliore?
Ad oggi esistono diverse procedure di liposuzione (tradizionale, assistita, ad ultrasuoni, tumescente…) e ciascun chirurgo ha la sua opinione al riguardo, utilizzandone una di preferenza.
La liposuzione elimina anche la cellulite?
No, la liposuzione aspira solamente una parte di adipe, e la cellulite è un’infiammazione delle cellule sottocutanee. Per trattare clinicamente l’infiammazione e contemporaneamente ridurre i volumi, l’intervento ideale è la Wet Lipo Lift.
Dopo la liposuzione si puo´ingrassare di nuovo o il grasso non si riforma?
Le cellule adipose che vengono eliminate con la liposuzione, non si riformano più, perché il loro numero è geneticamente predefinito.
Si puo´camminare dopo la liposuzione alle gambe?
Sì, anzi, è consigliato cominciare a muoversi anche dopo poche ore dall’intervento, per favorire la circolazione sanguigna e il riassorbimento dei liquidi.
La liposuzione fa male?
Tutti gli interventi avvengono in anestesia locale con sedazione profonda. Inoltre, la particolare tecnica di preparazione dei tessuti prima della liposuzione, prevede che vengano infiltrati, nel pannicolo adiposo, una soluzione di farmaci,
Si puo´fare la liposuzione di piu´zone nella stessa seduta chirurgica?
Sì, ma l’estensione della liposuzione e il numero di zone da trattare viene stabilito secondo la personale situazione di ciascun paziente.
Con la liposuzione quanti chili si possono perdere?
Lo scopo della liposuzione non è la riduzione del peso corporeo.
Dopo quanto tempo e´possibile indossare gli occhiali e le lenti?
Non chiediamo ai nostri pazienti di osservare regole particolari per l’esposizione solare dopo una blefaroplastica.
Dopo quanto tempo dall´intervento e´possibile esporsi al sole?
Si, questo intervento può correggere e migliorare alcuni aspetti congeniti, come il difetto dell’occhio spiovente o dello “scleral show”, ovvero l’orientamento verso il basso della coda dell’occhio .
Quali interventi si possono abbinare alla blefaroplastica?
Anche borse e occhiaie possono avvantaggiarsi dall’operazione di blefaroplastica, così come le rughe della palpebra superiore.
La blefaroplastica agisce anche sulle borse?
Non c’è un’età più o meno adatta in quanto il problema si può avere anche in età giovanile.
Perche´anche gli oculisti consigliano questo intervento estetico?
Perché molto spesso il prolasso della palpebra, cioè la pelle in eccesso che si ripiega su sé stessa e copre l’occhio, può creare numerosi problemi alla vista.
La blefaroplastica danneggia l´occhio?
Perché la pelle in eccesso può creare numerosi problemi alla vista in particolare nella visione laterale e verso l’alto.
La blefaroplastica lascia cicatrici evidenti?
Tutti gli interventi chirurgici lasciano cicatrici e anche la blefaroplastica non sfugge a questa regola,tuttavia esse si mascherano bene nel naturale solco palpebrale per la palpebra superiore e lungo la rima palpebrale per quella inferiore.
Se si sono subiti precedenti interventi non soddisfacenti che cosa si puo´fare?
In questi casi, e purtroppo se ne vedono sempre di più, il consiglio da seguire è quello di rivolgersi a specialisti che sono abituati a trattare con queste problematiche.
La rinoplastica maschile in che cosa differisce da quella femminile?
Esiste un’enorme differenza tra l’intervento di rinoplastica effettuato su un uomo rispetto a quello della donna.
Quali sono le indicazioni da osservare prima dell´intervento di rinoplastica?
Il chirurgo prima di compiere quest’intervento chiederà i consueti esami clinici, un elettrocardiogramma con visita cardiologica e nei fumatori anche una radiografia del torace.
Quanto tempo e´necessario per vedere i risultati?
Un primo risultato è già visibile quando il chirurgo rimuove dal naso il tutore che è applicato per proteggerlo nel post operatorio. In seguito è necessario per apprezzare un primo risultato dai tre ai quattro mesi, epoca in cui il sorriso tornerà normale e la forma del dorso del naso sarà completamente apprezzabile.
Cosa si deve fare dopo l´intervento di rinoplastica?
Quando si torna a casa dopo la rinoplastica, conviene seguire alcuni utili consigli per favorire una guarigione rapida ed evitare i traumi al naso. Di seguito sono riassunti:
Dopo l´intervento di rinoplastica, si puo´notare che il naso e´rifatto?
No. Se la procedura utilizzata è corretta, tutte le incisioni che sono praticate sono invisibili.
Il post operatorio di una rinoplastica e´doloroso?
Quando il paziente è dimesso, in genere è ancora attiva l’azione analgesica delle infiltrazioni locali di anestetico, quindi il paziente non avvertirà alcun dolore.
La rinoplastica puo´essere considerato un intervento definitivo?
La rinoplastica è un intervento definitivo poiché il naso è una struttura anatomica che non subisce molte variazioni con l’età, i risultati che si otterranno resteranno praticamente inalterati nel tempo.
A che eta´si puo´fare l´intervento di rinoplastica?
L’intervento di rinoplastica o rinosettoplastica può essere eseguito già a cominciare da 14 anni, epoca in cui lo splancnocranio, cioè la parte scheletrica del viso ha completato il suo sviluppo.
Che cicatrici lascia la mastopessi?
Le cicatrici della mastopessi sono molto sottili e destinate a sbiadire con il tempo. Quella circolare attorno all’areola è praticamente trascurabile esteticamente, e così quella posizionata sul solco sottomammario. L’unica posta in posizione visibile risulta quella verticale sotto l’areola.
Quanto dura la mastopessi?
L’esito del sollevamento dei tessuti è molto duraturo, e il rimodellamento è definitivo. Fattori come stile di vita, stress e abitudini alimentari influenzano fortemente l’estetica del seno (e di tutti i tessuti del corpo!).
Cosa si fa per ringiovanire il seno?
La mastopessi di per sé è già un ottimo intervento che ringiovanisce il seno, perché lo rassoda e ne rialza la struttura, donando una forma e una proiezione più giovani.
Il lifting del seno e´indicato solo dopo una
Non c’è un’età ideale in cui realizzare la mastopessi. Questa procedura di rimodellamento del seno è indicata in tutti i casi di rilassamento, quando cioè i capezzoli risultano “bassi”, al di sotto della linea sottomammaria, e i tessuti creano ptosi.
La mastopessi puo´anche aumentare il seno?
La mastopessi di per sé è l’interveto ideale per risollevare il seno. Se poi il seno appare svuotato, oltre che rilassato, è possibile intervenire inserendo anche una protesi, in modo da rimodellarlo sollevandolo e aumentandolo.
Con il lifting del viso e del collo si puo´eliminare anche il grasso del doppio?
Sì, nel corso dell’intervento, il chirurgo può, se concordato , praticare una contemporanea liposuzione dell’area del sotto mento e del collo.
Il lifting del viso altera i lineamenti?
No. Il lifting del viso correttamente eseguito ridona splendore al volto, lasciando intatte le nostre caratteristiche , di solito non lascia stimmate, cioè segni evidenti di un intervento subito.
Quanto tempo durano i risultati del lifting?
La chirurgia estetica non arresta il passare del tempo, né il moltiplicarsi delle rughe. In sintesi, i segni del tempo continueranno a notarsi sul viso, ma necessiterà un periodo molto più lungo perché ricompaiano.
A che eta´e´consigliabile fare il lifting del viso?
La risposta è puramente soggettiva, poiché dipende dallo stato di rilassamento dei tessuti del viso.
Quanto saranno visibili le cicatrici del lifting?
Di solito l’incisione è fatta davanti e dietro l’orecchio per avere accesso alle strutture anatomiche da liftare;la cicatrice che ne residua se non ci sarà tensione sarà davvero invisibile nell’arco di qualche settimana.
Il lifting facciale riduce la mobilita´dei muscoli mimici?
No. L’intervento non modifica la mimica del viso e lascia intatta la capacità di movimento se le verticali di trazione rispettano determinate regole .
Con l´addominoplastica si puo´intervenire anche sulla parete muscolare?
Con questo intervento si riesce anche, e molto spesso lo si fa sempre,ad avvicinare la muscolatura nella sua parte centrale e quindi è possibile anche migliorare il tono.
Le cicatrici dell´addominoplastica sono visibili?
Le cicatrici che residuano da un intervento di addominoplastica saranno sempre visibili e la loro qualità varia da soggetto a soggetto( quelli di pelle scura hanno tendenza a cicatrizzare peggio);
Dopo l´addominoplastica, una donna puo´rimanere incinta?
Sicuramente si,qualora lo desideri e se si tratta di pazienti giovani; suggeriamo però l’osservanza di aspettare almeno un anno dall’intervento.
Quanto durano i risultati dell´addominoplastica?
Il risultato di questo intervento è di solito stabile e di lunga durata.
Si puo´rimodellare l´ombelico?
In una tradizionale addominoplastica si procede sempre ad incidere intorno all’ombelico per poter permettere la trazione della parte superiore dell’addome verso il basso ; in molti casi questa operazione permette anche il suo rimodellamento rendendolo più piccolo.
Che tipo di anestesia viene fatta per l´addominoplastica?
L’intervento viene oggi praticato in anestesia generale, salvo particolari casi in cui si può anche ricorrere alla epidurale.
L´addominoplastica e´utile per eliminare le smagliature?
L’intervento prevede la rimozione di una parte di cute dalla regione sotto ombelicale.
L´addominoplastica elimina anche il grasso?
Certamente,insieme alla cute in eccesso che viene asportata.
La liposuzione può essere un’alternativa alla dieta?
No. La liposuzione e la liposcultura consentono di rimuovere adiposità localizzate che non possono essere eliminate in altri modi, ma non costituiscono un'alternativa alla dieta.
Per quanto tempo si deve astenere dal rapporto sessuale dopo una labioplastica?
Generalmente si può riprendere la normale attività sessuale dopo un mese, 45 giorni dall'intervento.
E’ possibile modificare leggermente un difetto delle labbra senza esagerare?
I fillers che possono essere iniettati per riempire le labbra, come per ogni altra parte del viso,
Quanti mesi dura l’effetto dell’acido ialuronico e del botulino?
Il botulino e l'acido ialuronico sono tutte sostanze che con il tempo si riassorbono e quindi perdono la loro funzione.
Cos’è il lipofilling ai glutei con prelevamento del grasso dalle cosce?
Il lipofilling, o lipostruttura, consiste nel prelievo di grasso e nella sua centrifuga, dopo di che la quota rimasta escludendo il sangue viene inettata.
L´acido ialuronico puo´portare a granulomi
I granulomi possono presentarsi se si inietta molto acido ialuronico nello stesso sito, o più fiale nello stesso punto, e se non si massaggia adeguatamente il prodotto dopo l’infiltrazione.
E' meglio l'anestesia generale o l'anestesia locale?
Possiamo affermare che la base di partenza per ogni tipo di anestesia è la sedazione: i farmaci attualmente a disposizione consentono di togliere al paziente l’ansia, il fastidio ed il dolore legati all’intervento; inoltre il ricordo dell’intervento stesso è reso in tal modo assolutamente piacevole.
Perchè a volte il chirurgo parla di ritocchi dopo l' intervento?
La chirurgia estetica è un insieme di arte e scienza, ma non è sempre possibile predire con assoluta precisione il risultato finale.
Esiste un intervento che non lascia cicatrici?
L’intervento chirurgico che richiede l'uso del bisturi procura necessariamente delle cicatrici, che di solito sono piccole e nascoste.
Quando si possono riprendere le normali attività?
Il recupero visivo completo o comunque il raggiungimento degli obiettivi programmati si ottiene.
Che tipo di anestesia si utilizza?
Nella stragrande dei casi si utilizza un collirio anestetico