La reumatologia è la branca della medicina che si occupa delle malattie reumatiche, patologie caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, muscoli, ossa e, a volte, altri organi interni (reni, polmoni, vasi sanguigni e cervello).
Il reumatologo si occupa di diagnosticare, trattare e gestire dal punto di vista medico i pazienti affetti da malattie reumatiche, ad esempio l’artrite. Il suo obiettivo è assicurare al paziente la migliore qualità di vita possibile non solo prescrivendo farmaci, trattamenti o altre visite specialistiche, ma anche indicando all’interessato e ai suoi familiari il modo migliore per convivere con disturbi di tipo cronico.

Le malattie più spesso trattate dal reumatologo sono:

  • I reumatismi infiammatori, come i reumatismi articolari acuti e l’artrite reumatoide
  • Le connettiviti, ad esempio il lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjögren, la polimiosite, la dermatomiosite, la sclerodermia e le vasculiti
  • Le artriti causate da agenti infettivi, come la malattia di Lyme
  • Le artropatie da alterazioni metaboliche, come la gotta
  • Le spondiloartropatie
  • Malattie degenerative come l’artrosi
  • Reumatismi extrarticolari, ad esempio fibromialgia, borsite e periartrite
  • Le malattie delle ossa, ad esempio l’osteoporosi, l’osteomalacia e il morbo di Paget
  • Il morbo di Raynaud
  • I sintomi reumatici associati ad altre patologie
  • Le sindromi paraneoplastiche e alcune neoplasie

Quando fissare una visita reumatologica?
Individuando una malattia reumatica per tempo è possibile ridurre al minimo le sue complicazioni a lungo termine. Per questo è importante fissare una visita reumatologica in caso di:

  • Gonfiore alle articolazioni
  • Debolezza;</li
  • Mal di testa (magari con problemi alla vista) o febbre associati a ves elevata;
  • Dita bianche o blu, soprattutto se associate ad ulcere;
  • Comparsa di gonfiori e tensione alla pelle delle mani e dei piedi;
  • Sfoghi cutanei associati a dolore alle articolazioni o febbre;
  • Rigidità mattutina o mal di schiena che si aggrava al mattino e diminuisce con l’attività fisica.

Che cos’è la visita geriatrica?
La visita geriatrica è la valutazione specialistica di un geriatra, ossia un medico specializzato nei bisogni e problemi di salute tipici della terza età.
La visita geriatrica serve a valutare e curare le malattie che si verificano nell’anziano e le loro conseguenze disabilitanti, con l’obiettivo fondamentale di ritardare il declino funzionale e mentale, mantenendo al contempo l’autosufficienza e la miglior qualità di vita possibile.

Come si svolge la visita geriatrica?
La visita geriatria comprende l’attenta raccolta dei dati anamnestici, dell’anamnesi farmacologica e della terapia in corso.
Insieme al paziente, si identificano le priorità della visita. La visita include in esame obiettivo completo dei vari organi ed apparati, focalizzando l’attenzione sulle priorità emerse durante il colloquio.
Sono tenuti in considerazione sia l’aspetto psicologico (oltre l’incidenza dei disturbi ansiosi e depressivi) che quello cognitivo.
La relazione medica finale descrive la valutazione globale della persona, delle sue necessità terapeutiche (ed assistenziali), eventualmente riabilitative e la qualità della vita del paziente geriatrico rispetto alla singola patologia di cui è portatore.

Per info e appuntamenti

Inizia a scrivere e premi invio per cercare